Rapporto dell’associazione MEDU

Arcipelago CIE

Indagine sui Centri di identificazione ed espulsione italiani

« Arcipelago CIE è il risultato di un anno di indagine sui centri italiani di identificazione ed espulsione (CIE) per migranti, compiuta attraverso visite sistematiche e la raccolta di testimonianze dirette degli stranieri trattenuti e di chi vi opera.
Nella consapevolezza che la questione della detenzione amministrativa vada ben al di là del problema umanitario e che riguardi la tutela di valori essenziali per la vita civile di un Paese, questo lavoro parte dalla volontà di trovare risposte ad alcune questioni di fondo. A quindici anni dalla nascita dei centri viene analizzata in modo imparziale e indipendente non solo la capacità di garantire i diritti fondamentali della persona da parte di queste strutture, ma anche la loro reale efficacia nel contrasto dell’immigrazione irregolare e la possibilità di affrontare questo fenomeno con strumenti più razionali e rispettosi della dignità umana.
“I CIE sono diventati strutture molto peggiori delle carceri e le condizioni delle persone lì trattenute peggiori di quelle dei detenuti”. (Pietro Marcenaro)

GLI AUTORI
Medici per i diritti umani (MEDU) è un’organizzazione umanitaria e di solidarietà internazionale senza fini di lucro, indipendente da affiliazioni politiche, sindacali, religiose ed etiche, il cui scopo è essere presente con l’azione e la testimonianza laddove il diritto alla salute e i più elementari diritti umani vengono negati. MEDU si propone di portare aiuto sanitario alle popolazioni più vulnerabili nelle situazioni di crisi : vittime di disastri naturali, di epidemie e dell’ingiustizia sociale, di conflitti armati, rifugiati, migranti, minoranze e tutti coloro che sono esclusi dall’accesso alle cure. Per maggiori informazioni www.mediciperidirittiumani.org »

Per leggere il rapporto : http://www.mediciperidirittiumani.org/pdf/ARCIPELAGOCIEsintesi.pdf